TEST POSIZIONAMENTO BIOMECCANICO – POSTURALE

Il negozio si avvale di un innovativo centro di misurazioni antropometriche per il POSIZIONAMENTO BIOMECCANICO e POSTURALE

Entrare nel negozio come si entra dal sarto e uscire con una “due ruote” su misura, confezionata come si confeziona un abito perfetto. Riccardo Rampon ha realizzato con sede a Schio un centro misure attraverso il quale è in grado di determinare tutti i parametri utili alla realizzazione di telai su misura e al corretto posizionamento dell’appassionato o dello sportivo sulla propria bici.

CENTRO MISURE

Vuoi essere un tutt’uno con la tua bicicletta? Vuoi scoprire l’armonia del pedalare libero? Attraverso un esame posturale personalizzato e un test di posizionamento biomeccanico potrai realizzare questi obiettivi.


DYNAONE

La morfologia e la biomeccanica di ogni individuo sono uniche e praticamente irripetibili, come le impronte digitali. La bicicletta altro non è che il “vettore meccanico”, il mezzo tecnico, il veicolo, attraverso il quale si esprime il temperamento di un ciclista.dynaone3

Il DynaOne è un ciclo dinamometrico da laboratorio, ad elementi mobili fi- nemente registrabili a mano (al decimo di millimetro). Al DynaOne si accompagna il software OptiOne, atto a tradurre in cifre e grafici l’energia erogata dal ciclista e la potenza sviluppata (in watt). Grazie a questi strumenti si evidenzia in tempo reale e sotto sforzo l’effetto fisiologico consecutivo alle variazioni dimensio-nali conferite al telaio dinamometrico e quello delle diverse posizioni assunte dal ciclista durante la pedalata consentendo così la massima ottimizzazione del posizionamento in bicicletta.


MISURAZIONE TELAI

Vuoi conoscere i parametri esatti del tuo telaio o addirittura i dati relativi alla tua posizione in bici, come per telaiesempio l’altezza della sella?

Noi possiamo misurarli con una precisione inferiore al millimetro con il ReportOne.
Hai cambiato dei componenti e vuoi ristabilire la posizione originale? Con il ReportOne non è un problema.
Vuoi verificare se le misure del telaio (come l’altezza e la lunghezza e i vari angoli) corrispondono effettivamente alle specifiche fornite dal telaista? Con il ReportOne sono possibili verifiche millimetriche, impossibili da ottenere senza l’ausilio di questo dispositivo speciale


ANTROPONE

L’AntropOne, pedana comportante un apparato per il rilevamento delle misure antropometriche mediante analisi dell’immagine numerica del soggetto.antrop

AntropOne permette di:

::predisporre i registri del DynaOne, ciclo dinamometrico da laboratorio prima del test dinamico;

::determinare rigorosamente le quote di un telaio da costruire o di ::un’intera bici nuova da preparare;

::regolare all’ottimo gli accessori ed i re-gistri di una bici già in uso;

::scegliere la misura più adatta di una bici o di un telaio già costruiti, nell’offerta standard commerciale.

 


REALIZZAZIONE PLANTARI

La posizione del piede riveste un’importanza fondamentale nella pedalata. Infatti è il piede che trasmette la forza sui pedali. Una posizione scorretta, oltre a diminuire la forza impressa, può provocare a lungo termine dei fastidiosi problemi di salute e un inutile affaticamento muscolare causato dalla pedalata non sciolta. La corretta posizione del piede rispetto al pedale è determinata non solo dall’aggiustamento delle tacchette ma anche dall’appoggio del piede all’interno della scarpa. plantari

Dunque affinché tutta la forza esercitata si trasformi in moto è necessario che i piedi siano ben inseriti nella scarpa.

Con i dispositivi PodOne e FootOne siamo in grado di analizzare individualmente le caratteristiche morfologiche del piede e quindi realizzare su misura dei plantari. Questi plantari saranno poi adattati alle scarpe in modo da eliminare i problemi citati sopra e correggere eventuali asimmetrie fra la parte destra e sinistra degli arti inferiori.


REGOLAZIONE TACCHETTE

Con ClipOne è possibile regolare le tacchette in modo rapido e preciso, monitorando immediatamente l’efficienza di spinta sul pedale. La persona si posiziona sultacchettela bici con le tacchette allentate e inserite nei pedali. La scarpa viene stretta da speciali appoggi sulla punta e sul tallone, spostando la scarpa e continuando a premere sul pedale viene visualizzata su un display la spinta momentanea mentre un altro display visualizza e memorizza la spinta massima raggiunta. In questo modo è dunque possibile ricercare il punto di spinta più efficiente e quindi ottimizzare il rendimento.

Con questo strumento si è potuto verificare che l’uso dei plantari aumenta in modo sensibile la spinta massima oltre a diminuire le tensioni muscolari e a stabilizzare la posizione della schiena.

Scarica il PDF informativo